Requisiti di protezione delle calzature antinfortunistiche

La scelta delle calzature antinfortunistiche può essere fatta in base alle certificazioni che soddisfano i requisiti principali delle norme EN345 che richiedono il puntale di acciaio da 200 Joule. La certificazioni minima richiesta per queste scarpe è SB (S=Sicurezza, B=Base).
 

La certificazione S1:

Una scarpa S1 è dotata di un puntale d'acciaio per le dita dei piedi e di una suola antistatica con assorbimento di energia nella zona del tallone ma sprovvista di lamina antiperforazione. Questo tipo di scarpe antinfortunistiche sono indicate per coloro che non hanno rischi per la pianta del piede come ad esempio magazzinieri, operatori alberghieri e per l'industria alimentare.
 

La certificazione S2:

La caratteristiche sono simili alla prima classificazione quindi senza protezione per la pianta del piede ma sono dotate di tomaia in pelle o materiali simili impermeabili. Le calzature antinfortunistiche S2 sono indicate per chi lavora a contatto con liquidi che verrebbero inevitabilmente assorbiti dai modelli S1 con pelle scamosciate. I rivestimenti di queste scarpe sono solitamente in nabuk, fiore o anche scamosciate ma con un trattamento idrorepellente che le renda ugualmente impermeabili.
 

La certificazione S1P o S3:

Aumentando il livello di sicurezza troviamo le scarpe infortunistiche più comuni che hanno le caratteristiche delle calzature S1 e S2 ma dotate di lamina antiperforazione. Questa lamina può essere in acciaio o non metallica, ovvero in tessuto e kevlar.
 

La certificazione S4 ed S5:

Queste scarpe antinfortunistiche sono impermeabili al 100% applicabili quindi a modelli come stivali in gomma o scarpe con parti sintetiche resistenti all'acqua in qualsiasi situazione. Questa scarpa viene spesso utilizzata nei cantieri per evitare che la pioggia entri a contatto con il piede e presenta l'aggiunta di una lamina antiperforazione.
 

Le proprietà rappresentano le combinazioni dei requisiti più diffusi.
Sono designate da un codice:

CLASSE 1
Tutti i materiali tranne i polimeri naturali o sintetici
 
  • SB: proprietà fondamentali (scarpe di sicurezza)
  •  
  • S1: proprietà fondamentali più:
  •   Zona del tallone chiusa
  •   Caratteristiche antistatiche
  •   Assorbimento di energia del tallone
 
  • S2: come S1 e più:
  •   Impermeabilità all'acqua
 
  • S3: come S2 e in più:
  •   Lamina antiforo
  • (scarpe da lavoro)
  •  
  • 01: proprietà fondamentali più:
  •   Zona del tallone chiusa
  •   Resistenza della suola agli idrocarburi
  •   Caratteristiche antistatiche assorbimento energia tallone
 
  • 02: come 01 più:
  •   Impermeabilità all'acqua
 
  • 03: come 02 e in più:
  •   Lamina antiforo
CLASSE 2
Polimeri naturali e sintetici (Questa marchiatura si trova sugli stivali in PVC o gomma)
 
  • SB: proprietà fondamentali (scarpe di sicurezza)
  •  
  • S4: proprietà fondamentali più:
  •   caratteristiche antistatiche assorbimento di energia del tallone
 
  • S5: come S4 e più:
  •   Lamina antiforo
  • (scarpe da lavoro)
  •  
  • 04: proprietà fondamentali più:
  •   caratteristiche antistatiche assorbimento di energia del tallone
 
  • 02: come 04 più:
  •   Lamina antiforo
  •   P = Resistenza della suola alla perforazione
  •   E = Assorbimento di energia del tallone
  •   C = Resistenza elettrica, conduttività
  •   HI = Suola isolante dal calore
  •   CI = Suola isolante dal freddo
  •   WRU = Resistenza all'assorbimento d'acqua della tomaia delle scarpe in pelle
  •   HRO = Resistenza della suola al calore da contatto
  •   ORO = Resistenza della suola agli idrocarburi
  •   WR = Resistenza alla penetrazione dell'acqua della congiunzione suola/tomaia della calzatura in cuoio
  •   M = Protezione dei metatarsi contro gli urti
  •   CR = Resistenza della tomaia al taglio
  •   A = Resistenza elettrica, antistaticità

Direttiva europea 89/656 del 30/11/1989 recepita in Italia con il D.L. 626 del 19/09/1994 relativa all'uso di DPI e 89/686 del 29/12/1989 recepita in Italia con il D.L. 475 del 04/12/1992 relativa alla protezione dei DPI, vengono definiti i regolamenti riguardanti i DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE.