La calzatura antinfortunistica viene indossata diverse ore al giorno, spesso in ambienti lavorativi esterni ed in condizioni estreme. E' buona norma pulire periodicamente la scarpa in modo tale da garantirne sempre l'efficienza e ottenere le migliori prestazioni.

La parte piu importante della calzatura da lavoro è sicuramente la suola. A contatto con le superfici calpestate è facile che si possano accumulare dei detriti lungo i solchi del battistrada che possono compromettere l'aderenza sul terreno e minare la resistenza della suola. E' quindi opportuno pulire periodicamente i solchi della suola evitando di usare materiali aggressivi che possono compromettere qualità, sicurezza e durata della scarpa.

Un'altra parte importante della scarpa antinfortunistica è la tomaia; solitamente questa può essere in pelle scamosciata o pelle. Per quanto riguarda le seconde si possono pulire mediante una spugna bagnata con acqua calda da passare delicatamente su tutta la superficie, per rimuovere le macchie. Sulle calzature con il tomaio in pelle scamosciata è sconsigliato l'uso di panni bagnati o umidi, da sostituire con una spazzola con le setole non troppo rigide, da strofinare sulle eventuali macchie e residui.

In entrambi i casi (tomaia in pelle scamosciata e tomaia in pelle) è indicato non usare materiali aggressivi e non far asciugare la scarpa in vicinanza o a contatto con fonti di calore.

Ci sono alcune calzature poi che si possono lavare in acqua a 40°. E' questo il caso della linea Music che si può lavare direttamente in lavatrice a basse temperature.