tessuti abiti da lavoro

Nel campo dell'abbigliamento professionale sono molti i tessuti utilizzati sul mercato. I più presenti sono il cotone, il poliestere e il misto cotone poliestere. Negli ultimi anni ha preso piede il tessuto elasticizzato, utilizzato in piccole percentuali, che consente di realizzare divise con vestibilità slim che garantiscono massimo confort e massima resa.
La scelta del tessuto giusto per il proprio abito da lavoro risulta quindi fondamentale.

Il cotone resta il tessuto largamente più utilizzato. Essendo un materiale naturale è consigliato per quei soggetti con problemi di allergie verso i tessuti sintetici (come il poliestere). E' disponibile in varie grammature quindi è adatto nei periodi più caldi e in quelli più freddi. Generalmente viene impiegato nel campo della ristorazione e nel settore medicale. Soprattutto nelle cucine le giacche chef, i pantaloni o i berretti sono realizzati in cotone che, rispetto al poliestere, è meno traspirante però garantisce più sicurezza in termini di infiammabilità (il cotone è meno infiammabile del poliestere). Negli ultimi anni il tessuto in cotone è stato implementato da una percentuale di poliestere, per garantire più traspirabilità, o elastan, per favorire una maggiore vestibilità.

Il poliestere è un altro tessuto molto utilizzato. Generalmente non ha una buona considerazione in quanto viene valutato, a torto, un materiale "caldo". In realtà il poliestere è il tessuto più traspirante che esista sul mercato; se si prendono ad esempio gli abiti degli sportivi o i costumi da mare, sono tutti realizzati in poliestere in quanto garantisce maggiore traspirabilità rispetto al cotone e non lascia l'umido (derivato dal sudore) a contatto con la pelle. Altro vantaggio del poliestere è che non deve essere stirato. Nei campo del beauty e del wellness è consigliabile usare tessuti che presentino un'alta percentuale di poliestere in quanto garantisce un'ottima resistenza alle macchie derivanti dall'uso di oli e tinte.